Search
Generic filters
Search in title
Search in content
Exact matches only
Filter by Custom Post Type

BANDIERINA TIBETANA (7×10)

3,00

4 disponibili

Descrizione

  • Un filo è composto da   bandierine
  • Disponibili in misura con lunghezza cm 140, una singola 7×10
  • Materiale cotone

La tradizione tibetana vuole che il vento distribuisca le preghiere stampate sulle bandiere, benedicendo l’area o l’ambiente circostante.

Le lunghe file di bandierine degli Elementi sono preghiere che vento, sole e pioggia leggono fino a scolorirne la tela, disseminando così il mondo con i loro buoni pensieri.
Ovunque sventolino, le tradizionali bandiere tibetane creano un’atmosfera di pace, serenità e speranza. Sin dall’XI secolo, in Tibet vengono esposte davanti a templi, nei luoghi sacri, agli incroci, sui ponti, sui tetti, sulle sommità delle montagne e in qualsiasi luogo all’aria aperta, dove le preghiere possano incontrare il vento.
Le bandiere di preghiera sono stampate su tessuti di cinque colori: il giallo per la terra; il verde per l’acqua; il bianco per lo spazio infinito; il blu per l’aria e il cielo e il rosso per il fuoco; vengono poste sempre in questo ordine raggruppate in multipli di cinque.
Vi sono stampati antichi mantra tradotti in tibetano dal sanscrito, che dirigono la forza spirituale emessa dalle persone e dall’ambiente circostante. Poiché contengono testi e simboli sacri, le bandiere di preghiera devono essere trattate con rispetto. Non possono essere appoggiate per terra o gettate nei rifiuti e le vecchie bandiere devono essere bruciate, affinché il fumo possa trasportare la benedizione in Cielo.
Il periodo più propizio per appendere le bandiere di preghiera al vento è in corrispondenza del Losar, il capodanno tibetano, oppure durante il plenilunio.